Novità

Le nostre news

Web Tax – Decreto Legge n. 50/2017 convertito in Legge

Web Tax – Decreto Legge n. 50/2017 convertito in Legge

A seguito dell’articolo sulla Tassa Airbnb, che trovate al link La Nuova Tassa sugli Affitti Turistici vi scrivo alcuni aggiornamenti, relativi essenzialmente alla posizione delle multinazionali operanti nel nostro Paese. 

La sera del 23/06/2017 è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale la legge di conversione (legge n. 96/2017) del D.L. n. 50/2017 (la cosiddetta “Manovrina”) contenente l’articolo 4 che disciplina il regime fiscale delle locazioni brevi, introducendo, come noto (cfr. Comunicazione del Centro Studi Fiaip del 26 aprile scorso e della Presidenza Nazionale del 9 maggio scorso) nuovi adempimenti in capo agli agenti immobiliari.

Si rammenta nuovamente che la disciplina dovrà essere completata dalle disposizioni di attuazione che saranno emanate con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate. 

Dobbiamo questi aggiornamenti, in particolare, al Centro Studi Fiaip che da mesi sta lavorando a tutela dei suoi associati e per chiarire le posizioni degli utenti interessati. In questo mio articolo, mi sono permessa di citare molte parti della lettera del Presidente Paolo Righi ai suoi associati, tra i quali la sottoscritta. 

“Web Tax” (art. 1 bis)

Tra le altre novità introdotte in sede di conversione del decreto, segnalo l’introduzione di quella che viene – erroneamente – definita “web tax” (art. 1bis).

Anche grazie all’insistenza di Fiaip in sede parlamentare è stata affrontata la questione delle multinazionali con sede all’estero che fatturano anche nel nostro Paese, beneficiando, però, dei (più benevoli) regimi fiscali esteri. 

La soluzione adottata non ci soddisfa affatto dal momento che è stata elaborata sulla falsariga di quanto già accaduto tra l’Agenzia delle Entrate ed il colosso Google, ossia fondata su di una “collaborazione volontaria” tra queste multinazionali ed il fisco italiano.

Qualora l’Agenzia delle entrate ne constati la sussistenza invia al contribuente un invito al fine di definire, in contradditorio, i debiti tributari della stabile organizzazione.

In caso contrario, questi tipi di società potranno essere soggetti a controlli da parte dell’Agenzia delle Entrate volti ad accertare il “regime di stabile organizzazione” in Italia e solo in caso di esito positivo, una volta individuati i debiti tributari, potranno definirli in contraddittorio con l’Amministrazione finanziaria.

Comprenderete come sarà semplice per queste multinazionali trovare accorgimenti attraverso i quali riuscire a negare la stabile organizzazione nel nostro Paese con il risultato che saremo sempre solo noi agenti immobiliari italiani ad essere sottoposti ai gravosi adempimenti introdotti da questo decreto.

Vi lascio la possibilità di leggere il testo integrale del testo del Decreto Legge 24 aprile 2017, n. 50  coordinato con la Legge di conversione 21 giugno 2017 che potrete trovare al seguente link Decreto Legge n. 50/2017

Gli altri temi trattati nel decreto sono la cessione del credito per le detrazioni condominiali, disposizioni in materia di pignoramenti immobiliari, gli indici di affidabilità fiscale e gli interventi per le zone colpite da eventi sismici.

Scriverò un nuovo articolo quando verranno emanati i provvedimenti dell’Agenzia delle Entrate. 

Alice – www.ortalloggi.com